Salute

Coronavirus, GermFalcon macchinario hi-tech per la sanificazione

A causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 i voli da e per l’Italia erano stati sospesi, oggi, anche se con alcune restrizioni, hanno ripreso con regolarità.

Per permettere che i passeggeri e i lavoratori viaggino in sicurezza è necessario che sia l’aeroporto che gli aerei vengano sanificati. Le compagnie aeree sanno quanto è importante la pulizia e l’igienizzazione degli aerei per contenere la diffusione del virus.

C’è chi già prima della pandemia da coronavirus aveva pensato a un dispositivo sanificante che riesce a combattere la diffusione dei batteri e dei virus che generano le influenze. Stiamo parlando della Dimer, società californiana, che ha realizzato e prodotto il dispositivo GermFalcon che potete trovare sul loro sito dimeruv.com.

Oggi può essere sfruttato dalle compagnie aeree per permettere alle persone di viaggiare sereni.

Il dispositivo hi-tech ha la forma di un classico carrello portavivande, ma invece di contenere cibo e bibite in pochi minuti è in grado di igienizzare e sanificare le superfici grazie alla luce UV.

Il macchinario è provvisto di un paio di bracci meccanici estensibili, ciò consente alla luce UV di arrivare in tutti gli angoli dell’aereo. Gli operatori addetti alla sanificazione, per evitare scottature, devono essere coperti dalla testa ai piedi e devono indossare la visiera in plexiglass. Naturalmente l’operazione deve essere svolta in assenza di passeggeri.

Questo sistema è stato adottato da tempo negli ospedali e nelle sale operatorie ma è la prima volta che viene utilizzato sugli aerei. Sembrerebbe che la luce ultravioletta sia più efficace dei normali disinfettati liquidi per eliminare gli agenti patogeni.